Selecting Right Gas Detection Solution - Honeywell Analytics

Molti rilevatori di gas presenti sul mercato sembrano uguali tra loro, ma guardandone più attentamente le specifiche tecniche, le funzioni e le caratteristiche è possibile scoprire grandi differenze nelle loro capacità e nei potenziali vantaggi che sono in grado di offrire. Analogamente, anche le specifiche applicazioni sono uniche a livello di design, esigenze e processi svolti.

Conoscere i rischi del sito

Prima di iniziare a prendere in esame le apparecchiature di rilevazione dei gas occorre eseguire una valutazione dei rischi. Tutte le società in cui opera personale sono obbligate ad eseguire valutazioni dei rischi per identificare potenziali pericoli, tra cui gas, vapori o carenza di ossigeno. In caso di identificazione di pericoli di questo tipo è consigliabile applicare un metodo per ridurre i rischi con l'impiego di rilevatori di gas.

Individuare l'obiettivo principale

A seconda delle lavorazioni svolte e dei gas da rilevare, la gestione della documentazione in materia di salute e sicurezza può anche richiedere la notifica allarmi a distanza o in altra sede, e la registrazione/rendicontazione dei dati di eventi. Anche la conformità alle normative o le condizioni di una polizza assicurativa possono richiedere funzioni di rendicontazione più complete e approfondite.

Porre le domande giuste

Dopo aver individuato l'obiettivo principale, per scegliere lo strumento adatto è necessario porre alcune domande chiave, che si possono dividere in tre ampie categorie:

• Gas da rilevare e loro provenienza

• Condizioni ambientali e sede della rilevazione

• Semplicità d'uso per operatori e addetti alla manutenzione ordinaria

Identificare i gas da rilevare e loro provenienza

I gas da rilevare vengono individuati con la valutazione dei rischi, anche se spesso gli esperti nella produzione di rilevatori di gas e i distributori autorizzati possono offrire un valido aiuto in questa fase, grazie alla loro esperienza in applicazioni simili. È tuttavia importante sottolineare che l'individuazione dei potenziali rischi ricade sotto la responsabilità dell'utente finale.

È altrettanto essenziale individuare le potenziali sorgenti di fughe di gas, per determinare la quantità e la posizione dei rilevatori necessari a formare un sistema di rilevazione fisso.

Tenere conto delle condizioni ambientali

Le condizioni ambientali influiscono sulle prestazioni, la precisione e l'affidabilità di qualsiasi rilevatore di gas. Temperatura, umidità e livelli di pressione concorrono ad orientare la scelta dell'apparecchiatura più idonea al sito di installazione. Anche altri fattori, come le potenziali variazioni che derivano dal processo di produzione stesso, dalle differenze tra giorno e notte e dai mutamenti stagionali possono contribuire a guidare l'utente nella scelta dello strumento più adatto.

 

Comprendere le funzionalità del prodotto

In seguito occorre considerare le funzioni accessorie del prodotto. Aspetti quali la configurazione dei cablaggi sono importanti soprattutto quando il rilevatore si deve integrare in un'applicazione già esistente. Se il dispositivo si deve integrare in un sistema di sicurezza separato possono essere necessari protocolli di comunicazione come HART®, LonWorks o Modbus®.

Occorre anche valutare in aggiunta le esigenze di visualizzazione sui trasmettitori e la configurazione locale dei display per unità e gas.

 

Misurare la semplicità d'uso per operatori e addetti alla manutenzione ordinaria

La manutenzione ordinaria è un altro elemento importante. Alcuni gas e vapori possono essere individuati attraverso varie tecnologie di rilevazione, come ad esempio gli idrocarburi gassosi con filamenti catalitici o la tecnologia NDIR (Non-Dispersive Infrared). I filamenti catalitici non garantiscono sicurezza intrinseca e per questo richiedono frequenti interventi di manutenzione ordinaria; le soluzioni NDIR, invece, hanno un costo iniziale più elevato ma richiedono meno manutenzione. Occorre individuare le risorse interne da dedicare alle attività di manutenzione ordinaria; in mancanza di tali risorse, per la scelta dei dispositivi più idonei è essenziale calcolare i costi legati ad eventuali contratti di manutenzione con fornitori esterni.