Efficient Placement of Sensors - Honeywell Analytics "Quanti rilevatori servono?" e "Dove devono essere posizionati?": queste sono due delle domande più frequenti in merito ai sistemi di rilevazione dei gas, e probabilmente sono anche tra le più complicate. A differenza di altri tipi di rilevatori legati alla sicurezza, come i rilevatori di fumo, non esiste una definizione chiara della posizione e della quantità di rilevatori necessari per ciascuna specifica applicazione.

Alcune indicazioni rilevanti sono reperibili nelle norme come la EN 60079-29-2 e altre riguardanti la scelta, l'installazione, l'uso e la manutenzione delle apparecchiature per la rilevazione e la misurazione di gas combustibili o di ossigeno. Codici di procedura internazionali simile, vale a dire il National Electrical Code (NEC) o il Canadian Electrical Code (CEC) ove occorre Inoltre alcuni organismi normativi pubblicano delle specifiche contenenti i requisiti in materia di rilevazione del gas per specifiche applicazioni.

Questi testi di riferimento sono utili ma spesso risultano o troppo generici e quindi aridi di particolari oppure troppo focalizzati su una determinata applicazione e quindi inutili per la maggior parte delle altre applicazioni. La posizione dei rilevatori deve essere stabilita sulla base del parere di esperti con conoscenze specifiche nel settore della dispersione dei gas, in combinazione con le indicazioni di ingegneri di processo/tecnici delle apparecchiature e personale di sicurezza. È inoltre necessario tenere traccia dell'accordo raggiunto in merito al posizionamento dei rilevatori.

I rilevatori devono essere montati dove è più probabile che vi sia presenza di gas. In uno stabilimento industriale la protezione più elevata è necessaria intorno alle caldaie a gas, ai compressori, ai serbatoi pressurizzati, alle bombole e alle condutture. Le aree in cui le perdite sono più probabili sono le valvole, gli indicatori, le flange, i giunti a T, i collegamenti di riempimento o scarico e così via.

Esistono numerose considerazioni semplici, spesso anche ovvie, che aiutano a determinare la localizzazione dei rilevatori.
  • Per rilevare gas più leggeri dell'aria (ad esempio metano e ammoniaca) i rilevatori devono essere montati in alto e preferibilmente utilizzando un cono di raccolta.
  • Per rilevare gas più pesanti dell'aria (ad esempio butano e biossido di zolfo), i rilevatori devono essere montati in basso
  • Considerare che le fughe di gas possono subire gli effetti di correnti d'aria naturali o forzate. Montare rilevatori nelle condotte di ventilazione, se necessario.
  • Nella scelta della posizione dei rilevatori tenere conto dei possibili danni provocati da eventi naturali quali pioggia o inondazioni. Per i rilevatori montati in ambienti esterni è preferibile utilizzare il sistema di protezione dagli agenti atmosferici
  • In caso di impiego in climi caldi e di esposizione diretta ai raggi solari, utilizzare un parasole per il rilevatore
  • Tenere conto delle condizioni del processo. Ad esempio, il butano e l'ammoniaca sono di norma più pesanti dell'aria, ma se rilasciati da una linea di lavorazione a temperatura elevata e/o sotto pressione potrebbero salire anziché scendere
  • I rilevatori devono essere posizionati leggermente distanziati da componenti ad alta pressione per consentire la formazione di nubi di gas. Altrimenti, le perdite di gas potrebbero oltrepassare i rilevatori sotto forma di getti ad alta pressione e non essere rilevate
  • Tenere in considerazione la facilità di accesso per l'esecuzione di test funzionali e di interventi di manutenzione
  • I rilevatori devono essere installati nel punto prescelto rivolti verso il basso. Ciò garantisce che sulla parte anteriore del sensore non si accumulino polvere o acqua, che potrebbero impedire l'ingresso dei gas
  • Per il posizionamento dei dispositivi a infrarossi a percorso aperto è importante assicurarsi che il fascio di raggi infrarossi non venga bloccato od oscurato in maniera permanente. Sono ammissibili ostruzioni temporanee dovute a veicoli, personale del sito, uccelli e così via
  • Assicurarsi che le strutture su cui sono montati i dispositivi a percorso aperto siano resistenti e non soggette a vibrazioni